Seleziona una pagina

Lago di Pilato

Lago di Pilato sui Monti Sibillini - Foto di Matteo Cognigni

Sotto la cima del Monte Vettore, a 1.941 mt. di altitudine, si trova il Lago di Pilato, unico lago di origine glaciale delle Marche e raggiungibile solo ed esclusivamente a piedi.

E’ alimentato dalle piogge e dallo scioglimento delle nevi e durante il periodo estivo la sua forma assume le sembianze di un paio di occhiali.

Fin da sempre considerato un luogo magico e misterioso si narra che nelle sue acque vi era un’entrata verso il mondo degli Inferi e, da sempre frequentato da streghe e negromanti, dal XIII secolo le autorità religiose dell’epoca ne vietarono l’accesso ponendo una forca a inizio vallata ed innalzando dei muri a secco tutt’intorno al suo perimetro.

Un’altra leggenda narra che nelle sue acque vi sia custodito il corpo di Ponzio Pilato che, condannato a morte da Tiberio e caricato il suo corpo su di un carro trainato da bufali, da Roma giunsero fino a qui facendo cadere il corpo nel lago.

Nelle sue acque vive il Chirocefalo del Marchesoni, un piccolo crostaceo di circa 12 mm di lunghezza, scoperto nel 1954 dal Professo Marchesoni, la cui particolarità è quella di nuotare all’indietro con il ventre rivolto verso l’alto e che depone le uova sulle rive e tra le rocce in secca del lago.

Foto di Matteo Cognigni

Pin It on Pinterest

Share This