Seleziona una pagina

Castelluccio di Norcia

A quota 1.450 mt. si trova una piccola borgo posto sulla cima di un colle, Castelluccio di Norcia, chiamato anche tetto dell’Umbria.

Qui nell’antichità aveva sede un agglomerato di case chiamato Castello costruito a controllo delle vie che mettevano in comunicazione la Valle del Tronto con quella del Nera e a protezione dei confini e dei pascoli comunali, viste soprattutto le mire espansionistiche dei vicini paesi marchigiani.

Sotto di esso si estende l’omonimo altopiano carsico formatosi circa 1.000.000 di anni fa nella cui vasta depressione in origine si venne a formare un lago che, prosciugandosi, ha lasciato il posto a questo vasto pianoro che si estende per circa 15 km quadrati.

Qui ogni anno, tra i mesi di giugno e luglio è possibile ammirare il fenomeno della Fioritura delle Lenticchie dove una innumerevole varietà di fiori tra cui narcisi, papaveri, ranuncoli, genziane, fiordalisi violette ed altre specie, associati appunto alle piante delle lenticchie, fioriscono in contemporanea trasformando questa distesa in un’esplosione di colori e creando uno spettacolo di indescrivibile bellezza.

La lenticchia, chiamata “lenta” dagli abitanti, viene seminata dopo lo scioglimento delle nevi e la sua raccolta ha inizio nel mese di luglio. Di ridotte dimensioni ha ottenuto nel 1997 il riconoscimento europeo di Indicazione Geografica Protetta (IGP).

Foto di SibilliniWeb.it, Federico Gallieri, Luca Fraticelli, Prodelta e TrekkingMontiAzzurri.

Pin It on Pinterest

Share This